Ci permette di misurare in modo molto preciso la lunghezza anteroposteriore del bulbo oculare e di altre strutture dell'occhio. Distinguiamo due tipi di Biometria, quella a ultrasuoni e quella ottica. La Biometria a ultrasuoni è una derivazione della ecografia; in essa viene utilizzata una sonda a ultrasuoni A scan.
La Biometria ottica di più recente introduzione nella pratica clinica si basa sulla interferometria ottica a coerenza parziale e utilizza un raggio luminoso.
Dopo aver effettuato la misurazione della lunghezza del bulbo, della camera anteriore e dei raggi di curvatura corneale il biometro utilizza una serie di formule matematiche per darci il valore appropriato del cristallino artificiale da inserire all'interno dell'occhio dopo l'asportazione della cataratta.



Gestione della patologia: